Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziealgheroPoliticaAmministrazione › Fumata nera ad Alghero, si litiga per la Giunta
M.V. 12 luglio 2019
Mario Conoci pronto a chiudere d'imperio le trattative. Da quel trionfale 16 giugno sembra passato un secolo. Con la città nel bel mezzo della stagione più delicata, si acuiscono le criticità. Posizioni distanti ad Alghero tra gli alleati: manca ancora l´accordo
Fumata nera ad Alghero, si litiga per la Giunta


ALGHERO - Sembra quasi un déjà vu del film andato in scena per la composizione della Giunta regionale. Con le dovute proporzioni, i 26 giorni trascorsi dal quel trionfale 16 giugno sembrano già, quasi un ricordo. Con la città nel bel mezzo della stagione più delicata, senza un esecutivo credibile e autorevole si acuiscono infatti le criticità e i problemi. C'è da affrontare un'emergenza balneazione e riprendere immediatamente contezza della complicata gestione della nettezza urbana.

Fumata nera a Porta Terra anche ieri sera. Così i rappresentanti dei sette partiti (a cui si aggiungerà il Gruppo Misto dei tre transfughi leghisti) hanno aggiornato le trattative per la giornata odierna. L'obbiettivo del sindaco è quello di chiudere il cerchio tra oggi e sabato, ma rimangono grandi distanze. Non tanto sulle caselle e i rispettivi nomi [ECCO I PIÙ GETTONATI], quanto sui pesi dei singoli partiti: nessuno pare infatti disposto a fare un passo indietro, così il rischio è che s'inizi l'avventura lasciando feriti e scontenti sul tavolo.

A tre giorni dal primo Consiglio però, il tempo è quasi scaduto. O si trova la quadra tra oggi e sabato, oppure sarà Mario Conoci a chiudere d'imperio le trattative e fare le sue scelte. I nodi sono sempre gli stessi: appurato che sarà la Lega, pur senza consiglieri, a indicate un assessore, rimane in ballo il Psd'Az e la doppia delega alla Civica "Noi con Alghero". Turbolenze che starebbero minando anche un altro tassello dato fino a poche ore fa per scontato, la presidenza dell'Aula (opzionata dall'Udc ma ritenuta interessante anche dalla consigliera Monica Pulina). I malumori, infatti, rischiano di riversarsi sulla prima votazione prevista lunedì in via Columbano.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas