Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziealgheroSpettacoloCinema › 5° atto per il Cinema delle terre del mare
Red 2 agosto 2019
Giornata quasi tutta al femminile per l’edizione 2019 del festival ad Alghero, con la regista Marcella Piccinini, le fumettiste Cristina Portolano, Silvia Rocchi e Fumettibrutti (Josephine Yole Signorelli) ed il cantautore Modigliani
5° atto per il Cinema delle terre del mare


ALGHERO - Giunge al quinto appuntamento, domani, sabato 3 agosto, alle 18, l’edizione 2019 di “Cinema delle terre del mare”, il festival itinerante algherese realizzato dalla Società Umanitaria di Alghero, in collaborazione con l’Assessorato regionale alla Cultura, il Comune di Alghero e la Fondazione Alghero, con il sostegno della Fondazione Sardegna film commission. L’idea di realizzare ad Alghero un festival per cinefili in movimento è di Alessandra Sento, direttrice della Società Umanitaria di Alghero: «Quando ho cominciato a studiare cinema e poi ad occuparmene per lavoro mi è capitato di pensare che per nessuna ragione al mondo avrei mai voluto rinunciare all'ingenuità dello spettatore che va al cinema e guarda il film con lo stupore e l'innocenza di un bambino. Ora so che non è necessario farlo. Cdtm è nato pensando a me e alla mia natura praticamente anfibia, a cosa sarebbe piaciuto fare a me dopo una giornata di mare». Al centro della quinta giornata sono l’anticonformismo ed il desiderio di rivolta che distinse Joyce Lussu (sezione “Indie”), le vacanze tra amici per il ciclo “Sardinia B-movie”, la fervida stagione del fumetto al femminile raccontata in “Stories” e la musica cantautorale inedita per la sezione “Soundtracks”.

Prima proiezione alle 18, al Teatro Civico, de “La mia casa e i miei coinquilini-Il lungo viaggio di Joyce Lussu”, di Marcella Piccinini (2016). Il film indipendente ripercorre le tappe di un intenso percorso tra antifascismo militante e lotta anticolonialista, in cui ad emergere non è solo il personaggio di Joyce, ma un’idea di rivolta e sprezzo del potere che seppe trasmettere con forza per tutta la vita. Lo Quarter ospiterà, sempre alle 18, “Giochi d’estate”, di Bruno Cortini, la pellicola del 1984 ambientata a Porto Rotondo: davanti ad un mare da cartolina si intrecciano le vicende sentimentali ed i turbamenti d’amore di un gruppo di ragazzi in vacanza, fino a quando, la fine della stagione, riporta tutti alla quotidianità. È il secondo episodio della trilogia vacanziera del compianto Cortini, tra “Sapore di mare 2. Un anno dopo” (1983) e “L’estate sta finendo” (1987). Per il ciclo Stories, alle 20.30ll, nello stabilimento Rosanna, a Maria Pia, il forum Ragazze, la vita trema. La nuova generazione delle fumettiste italiane. Tre giovani autrici del fumetto italiano, tutte molto popolari su Instagram, svelano quel mondo senza filtri e senza retorica abilmente descritto nel loro “Post Pink: Antologia di fumetto femminista” (Feltrinelli Comics). Coordinerà l’incontro la curatrice del libro Elisabetta Sedda. Alle 22, sempre con i piedi sulla sabbia dello stabilimento Rosanna, in anteprima assoluta, il cantautore Modigliani presenterà il suo nuovo repertorio “Canzoni indie d’estate”, frutto «dell’autenticità e dell’istinto che ha mosso la mia mano per scrivere le mie canzoni», afferma, e di quel suo sguardo attento sulla generazione dei trentenni e sul suo territorio, il Sulcis-Iglesiente.

La quinta giornata di Cinema delle terre del mare ospiterà la 45enne regista bresciana Marcella Piccinini, autrice di corti pluripremiati ai festival, insegnante, costumista e scenografa per diversi lavori cinematografici, anche per Marco Bellocchio; Cristina Portolano, autrice napoletana di “Quasi signorina”, “Non so chi sei” “Io sono Mare” e di disegni ed illustrazioni in numerose riviste e volumi, come “Storie della buonanotte per bambine ribelli”; la 33enne Silvia Rocchi, con all’attivo numerose pubblicazioni fra cui il suo graphic novel “Brucia”, con il quale ha vinto il premio Boscarato 2018; Fumettibrutti, al secolo Josephine Yole Signorelli, fenomeno dei social e vincitrice del premio Micheluzzi nel 2019 con il suo libro d’esordio “Romanzo esplicito”; la cagliaritana Elisabetta Sedda, editor, traduttrice ed esperta di graphic novel e fumetto indipendente, ideatrice e curatrice di Post Pink; Francesco Addari, in arte Modigliani, naturale evoluzione del percorso artistico (iniziato nel 2006 ad Iglesias con la band pop-rock Cheyenne), che lo porterà in autunno al suo primo album da solista.

Nella foto: Cristina Portolano
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas