Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziesassariCronacaSicurezza › Prevenzione corruzione: Multiss esempio in Sardegna
Red 10 settembre 2019
In materia di gestione per la prevenzione della corruzione, la Multiss è la prima azienda sarda certificata. «Un risultato da cui partire per delineare i possibili scenari aziendali futuri», dichiara il direttore generale Antonio Spano
Prevenzione corruzione: Multiss esempio in Sardegna


SASSARI - La Multiss, società in house della Provincia di Sassari, è la prima azienda sarda e tra le prime in Italia ad ottenere la certificazione del Sistema di gestione per la prevenzione della corruzione. Il riconoscimento da parte di Certiquality conferma il percorso intrapreso dalla società nel segno della trasparenza organizzativa e della buona gestione di risorse pubbliche, rilanciando il ruolo che Multiss ambisce a ricoprire nell’ambito dell’Area vasta che, partendo dalla Rete metropolitana di Sassari e dai suoi possibili sviluppi, si estende all’intero nord Sardegna nell’ottica di una governance di più ampio respiro dei processi gestionali del patrimonio pubblico e dei servizi erogati a vantaggio della comunità. Per celebrare l’evento, per spiegarne approfonditamente il valore che gli viene attribuito, per raccontare più dettagliatamente ed attraverso i numeri il lavoro svolto da Multiss e per delineare i possibili scenari futuri per l’azienda, ieri (lunedì), nella sala Angioy del palazzo della Provincia, si è tenuta una conferenza stampa cui hanno partecipato l’amministratore straordinario della Provincia di Sassari Pietrino Fois, il presidente del Consiglio d’amministrazione della Multiss Luciano Mura ed il direttore generale della società con base a Predda Niedda Antonio Spano. Ospite anche il direttore generale di Certiquality Cosimo Franco.

Il riconoscimento, i numeri aziendali e le ambizioni più immediate sono stati analizzati di fronte a numerosi sindaci del territorio. Fois, insediatosi da poche settimane, nel concludere i lavori si è limitato a sottolineare che «non può passare sotto traccia il fatto che una società in house di un’Amministrazione provinciale sia la prima azienda sarda, ma anche tra le prime a livello nazionale, a ottenere da Certiquality la certificazione del Sistema di gestione per la prevenzione della corruzione». Questo per Fois significa che «gestire correttamente e con trasparenza le risorse pubbliche, pur nell’ambito di una realtà aziendale in crescita e in piena operatività, è doveroso ma anche possibile». A rivendicare in modo più articolato il significato politico del risultato ottenuto è stato Mura. «Il riconoscimento di Certiquality premia il percorso intrapreso in nome della trasparenza organizzativa e propone un modello virtuoso cui riferirsi. Multiss potrebbe diventare una società di Area vasta partendo dalla Rete metropolitana di Sassari e dai suoi possibili sviluppi, la società di servizi della Provincia di Sassari guarda al Nord Sardegna come suo ambito di competenza». Secondo il presidente del Cda, questa visione «deve ispirare ragionamenti orientati alla governance di più ampio respiro dei processi gestionali del patrimonio pubblico e dei servizi erogati», perché «la ridefinizione di più ampi ambiti ottimali e il perseguimento dell’ottimizzazione dei servizi devono segnare un percorso orientato a creare economie di scala attraverso l’ipotesi di aggregare realtà che nel raggio di poche decine di chilometri svolgono le stesse funzioni ma entro ambiti geografici e con prospettive di crescita limitati»

A raccontare cosa sia Multiss sono i numeri. A loro ha fatto riferimento nel corso del suo intervento Spano: «Costituita nel 1997 con un investimento di 300milioni di lire, oggi Multiss ha un patrimonio netto di oltre 1milione e 810mila euro, con un fatturato che nel 2018 si è attestato a 8milioni e 277mila euro». Multiss gestisce il servizio di manutenzione globale su ottantacinque immobili provinciali, in prevalenza istituti scolastici: dalla manutenzione edile ed idrico sanitaria alla gestione e conduzione degli impianti termici, con un volume riscaldato di un milione e 371mila metri cubi, con un lavoro di efficientamento degli impianti termici e la messa a norma di tutte le centrali termiche. Inoltre, Multiss si occupa della manutenzione ordinaria di 1.325chilometri di strade provinciali, della disinfestazione e derattizzazione di tutte le aree pubbliche del territorio provinciale, della pulizia e della manutenzione ordinaria di alcune parti degli alvei fluviali di competenza provinciale, dell’assistenza nella gestione e nella rendicontazione dei progetti comunitari a favore della Provincia di Sassari. «Nel 2018, abbiamo realizzato oltre 42mila interventi di manutenzione degli edifici e più di 10.500 interventi sulle strade – riferisce Spano – gli interventi di disinfestazione e derattizzazione sono stati oltre 28mila, e più di 2.100 quelli di assistenza informatica, telefonica e sistemistica». A questo si aggiungono gli oltre 58mila metri quadrati di alvei fluviali su cui si è intervenuti. «Tutto questo è possibile grazie a una forza lavoro importante, che a oggi consta di 146 dipendenti», dice ancora il dg. Sui lavoratori l’azienda investe quotidianamente: le ore di formazione, che nel 2018 sono state più di 2mila. «Perseguiamo la sempre migliore qualità delle prestazioni – aggiunge il direttore – perciò ormai da anni abbiamo introdotto norme di comportamento e procedure che aiutano a lavorare al meglio».

Questo spiega i riconoscimenti ottenuti: quello per i sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione è il quarto in pochissimi anni, preceduto da quello per i sistemi di gestione per la qualità, quello per il personale e le imprese che gestiscono i gas fluorurati responsabili dell’effetto serra e quello per i sistemi di gestione ambientale. Al di là delle certificazioni, la qualità dei servizi resi al territorio è certificata dal risultato dell’indagine condotta nel 2018 sui propri utenti, ad iniziare dai dirigenti scolastici, con una media del livello di soddisfazione riscontrato superiore all’80percento. «È una grande soddisfazione essere qui per celebrare la prima azienda sarda a ottenere questo risultato attraverso un percorso che le consente di adeguarsi volontariamente alle norme e alle indicazioni europee e nazionali», ha detto Franco, prima di consegnare il certificato Uni Iso 37001:2016 al presidente Mura. «Questo riconoscimento è sicuramente per Multiss la conclusione di un iter – è il punto di vista del direttore di Certiquality – ma è soprattutto un punto di partenza per un percorso sempre più orientato alla qualità dei servizi offerti e della gestione aziendale». Due elementi, è la sua conclusione, «che contribuiscono a restituire la fiducia dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione».

Nella foto: Luciano Mura ed Antonio Spano si congratulano dopo aver ricevuto la certificazione
Commenti
14:36
Tutela dei minori, formazione professionale ed amore per la conoscenza. Sono i tre temi intorno a cui si è sviluppato il convegno “I modelli identitari valoriali per l’educazione emozionale e affettiva in età evolutiva”, che si è tenuto venerdì, al Grand hotel President
© 2000-2019 Mediatica sas