Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziesassariAmbienteCommercio › Via i dehors dai pargheggi a Sassari
Cor 18 ottobre 2019
Il sindaco di Sassari, Nanni Campus, ha firmato l´ordinanza che regolamenta temporaneamente le occupazioni di suolo pubblico con dehors o altre attrezzature temporanee e amovibili dei locali di somministrazione di alimenti e bevande e locali commerciali e artigianali
Via i dehors dai pargheggi a Sassari


SASSARI - Le nuove occupazioni di suolo pubblico con dehors o altre attrezzature temporanee e amovibili dei locali di somministrazione di alimenti e bevande e locali commerciali e artigianali potranno temporaneamente essere autorizzate solo su marciapiedi, piazze, slarghi o aree assimilabili pedonali e comunque solo fino al 31 dicembre 2019. È quanto stabilisce l'ordinanza firmata ieri dal sindaco Gian Vittorio Campus per regolare le concessioni, in attesa della modifica del “regolamento per l'occupazione di suolo pubblico con dehors e altre attrezzature temporanee e amovibili".

La scelta è dettata dalla necessità di conciliare le esigenze degli esercenti, da una parte, e quelle della sicurezza e incolumità pubblica, dall'altra. Nell'ultimo periodo, infatti, sono state rilevate diverse criticità in merito alle strutture precarie temporanee e ai dehors sui marciapiedi e sui parcheggi pubblici ed è stato per questo avviato un studio per la predisposizione di un nuovo regolamento in sostituzione del vigente. La concessione di aree pubbliche deve rappresentare un'integrazione per le aziende, apportare migliorie alla qualità della scena urbana e del paesaggio, e potenziare la vocazione turistica e commerciale della città, migliorandone la vivibilità.

Tutto ciò però deve assicurare la tutela non soltanto dell'immagine e del decoro degli spazi, ma anche la salute pubblica sotto il profilo dell'incolumità dei cittadini. Nell'ultimo periodo, però, in alcune zone, i dehors hanno limitato il passaggio delle auto e dei mezzi di soccorso. Per questo l'ordinanza ha previsto che le prossime concessioni potranno essere richieste soltanto su marciapiedi, piazze, slarghi o aree assimilabili pedonali.

Sarà dunque vietata l'occupazione di suolo pubblico sui parcheggi, sia gratuiti, sia a pagamento. Per gli accordi presi dalla precedente Amministrazione comunale con la Saba, la società che gestisce gli stalli blu, quest'ultima poteva aumentare le tariffe di sosta a causa della riduzione del numero di parcheggi sfruttabili. L'attuale Amministrazione vuole ripristinare l'originaria disponibilità di stalli, anche in funzione del confronto già avviato con la Saba, per rivedere le tariffe. Sono fatte salve le autorizzazioni antecedenti all'ordinanza, fino alla loro scadenza naturale.
Commenti
12/11/2019
Si tratta di un progetto studiato dall´Amministrazione comunale per valorizzare tutto il centro cittadino, con un’alternativa commerciale, che contribuisca ad arricchire il calendario degli eventi tradizionalmente previsti per le festività. Previsti settantadue stalli tra l´Emiciclo Garibaldi, la parte bassa del Corso e le piazze Sant´Antonio, d´Italia, Castello, Azuni e Fiume
© 2000-2019 Mediatica sas