Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziesassariCulturaUniversità › Start cup Sardegna, cala il sipario
Red 23 ottobre 2019
Domani pomeriggio, al Teatro Civico di Sassari, si terrà l’evento finale in cui saranno proclamati i vincitori della 12esima edizione della più importante business plan competition regionale organizzata dagli Uffici di Trasferimento tecnologico delle Università degli studi di Sassari e di Cagliari
Start cup Sardegna, cala il sipario


SASSARI – Domani, giovedì 24 ottobre, si terrà l’evento finale in cui saranno proclamati i vincitori della 12esima edizione della Start Cup Sardegna: la più importante business plan competition regionale organizzata dagli Uffici di Trasferimento tecnologico delle Università degli studi di Sassari e di Cagliari. La sfida finale, che si annuncia serratissima, divertente e con progetti di altissimo valore, inizierà dalle 16.30, nel Teatro Civico di Sassari. Saranno dieci i finalisti che si contenderanno i premi.

Si parte con “1+1=3”, progetto di internazionalizzazione d’impresa per la creazione di un ponte culturale ed imprenditoriale che possa accompagnare le micro, piccolo e medie imprese sarde nei mercati internazionali; “Bacfarm”, tecnologia protetta da domanda di brevetto, propone la creazione di una vera e propria fattoria di batteri dalla quale si estraggono i carotenoidi: materie prime largamente impiegate per il loro effetto antiossidante; “Bio-nk”, sviluppo di un Kit per diagnosi precoce del Morbo di Parkinson, protetta da domanda di brevetto italiano in fase di estensione; “Birra 4.0”, ideazione di un sistema di produzione di birra artigianale, denominato a cavitazione e già coperto da domanda di brevetto, che consente un forte risparmio di energia e acqua; “Good tales”, un servizio di miglioramento dell’esperienza della visita dei musei tramite tecniche narrative e modellazione 3d. Ed ancora, “Maxwell Daemons”, videogioco di avventura attraverso cui, divertendosi, è possibile acquisire concetti scientifici rigorosi; “My plant”, creazione di un gioco educativo e smart, che riavvicina il bambino alla natura; “Napshower”, piattaforma che permette di individuare e prenotare, durante le giornate trascorse fuori di casa, spazi esclusivi per potersi riposare e rinfrescare; “Pma-People mobility analytics”, servizio per la raccolta dati sulla localizzazione e tracciamento di dispositivi mobili attraverso sensori Iot (Internet of things) in contesti Smart cities; “ReGenFix”, il primo servizio di rigenerazione di colonne cromatografiche: costosi dispositivi da laboratorio utilizzati nella ricerca scientifica e nella produzione di farmaci, vaccini, insulina e tanti altri prodotti di uso comune.

La presentazione al pubblico avverrà attraverso un racconto efficace, l'Elevator pitch, dove ogni gruppo avrà 4' per raccontare in modo chiaro ed efficace la propria idea. Seguirà il contraddittorio, per altri 3', tra ogni gruppo e con gli “opponent”, per convincere i valutatori dell'efficacia dell'innovazione e della sostenibilità economica del progetto. La valutazione sarà proclamata da parte di una giuria di esperti del settore di cui quest’anno fanno parte. Dopo la votazione, si ufficializzeranno i tre gruppi vincitori che riceveranno premi per 12.500euro al primo classificato, 5.500 al secondo e 3mila al terzo Altri tre premi speciali da 6mila, 3mila e mille euro verranno erogati dal Distretto culturale del Nuorese–Atene della Sardegna, che nasce con l’obiettivo di costruire una rete che valorizzi l’identità ed il patrimonio culturale del territorio, e altri tre da 2mila euro da parte di Sardegna ricerche. I tre vincitori accederanno al 17esimo Premio nazionale per l’Innovazione, che si svolgerà a Catania giovedì 28 e venerdì 29 novembre. La serata sarà moderata da Francesco Dettori e dagli special guest Pino & gli anticorpi.

Nella foto: la premiazione dello scorso anno
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas