Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziecagliariPoliticaPolitica › Manifesti choc e il web si ribella
Cor 25 marzo 2020
Manifesti choc e il web si ribella
Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu lancia la campagna aggressiva ma così facendo colpevolizza i cittadini. Web scatenato e l´opposizione consiliare chiede ufficialmente l´immediata rimozione dei manifesti


CAGLIARI - Il problema più grande in Sardegna è la discutibile gestione dell'emergenza a livello dirigenziale. Qualcosa non ha chiaramente funzionato all'interno dei presidi ospedalieri. Non c'è altra soluzione se la Sardegna deve far fronte a percentuali di contagi superiori al 50% tra medici, infermieri e operatori sanitari (contro una media nazionale dell'8%).

Eppure da Cagliari arriva la campagna di comunicazione tutta rivolta ai cittadini al fine di scoraggiare le uscite. Ma le frasi scelte dal sindaco Truzzu innescano la polemica furiosa. «Quando hanno intubato mio padre ho ripensato a quella passeggiata che dovevo evitare»; «Quando hanno portato mia madre in ospedale, ho capito che dovevo rinunciare alla corsa»"; «Quando mio figlio è stato contagiato, ho capito che dovevo rinunciare a quella spesa inutile».

Sul web è il putiferio. Come immediata arriva la reazione dell'opposizione di centrosinistra che ha scatenato un ampio dibattito sui social tra chi condivide l'iniziativa del primo cittadino e chi è contrario: «Chiediamo che il sindaco faccia rimuovere immediatamente i manifesti e si faccia promotore di una campagna informativa istituzionale semplice e diretta. I cittadini hanno bisogno di una comunicazione seria e trasparente, non di terrorismo».

Nella foto Facebook uno dei cartelli appesi a Cagliari
Commenti
2/4/2020
Nella nostra Isola e nella città di Alghero, in particolare, da tempo si osservava una visione miope e monoculturale che considerava unicamente il turismo o i servizi, come fondamento economico del territorio. Purtroppo i conti presentati dalla crisi dovuta a questa pandemia, rivelano che questa scelta era quanto mai sbagliata e non strategicamente corretta
1/4/2020
Siamo tutti consapevoli che questa pandemia è una tragedia mondiale. Purtroppo nulla sarà come prima. Ci ha colto tutti impreparati, benché gli scienziati avessero da tempo segnalato i rischi crescenti della diffusione del virus. Saremo più poveri. Siamo tutti più poveri
1/4/2020 video
Il governo ha deciso di prorogare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell´informativa al Senato. Le immagini in diretta della seduta


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)