Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziealgheroCronacaInquinamento › Un mare di plastica a Punta Moro
Cor 4 giugno 2020
Un mare di plastica a Punta Moro
Situazione ormai insostenibile anche nell´agro di Alghero. Ecco l´immagine inviata alla redazione. Lettera del Wwf all´assessore all´Ambiente: solo grazie all´impegno diretto e quotidiano di tutti, ognuno diventa protagonista della difesa e del miglioramento della qualità del proprio territorio


ALGHERO - La situazione è insostenibile: le cunette, nei pressi dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti, sono ricolme di rifiuti plastici di varie pezzature, disperse nell’ambiente, ora rischiano di finire negli oliveti circostanti. Un “mare” di plastica portato dall’uomo e disperso dal vento: come accade, con le mareggiate, nelle nostre spiagge e nei nostri litorali. Siamo certi e convinti che chi conferisce, legittimamente, in questi cassonetti non sopporta lo stato insostenibile creatosi, seppure involontariamente ha contribuito a crearlo.

E' quanto accade lungo la strada vicinale di Punta Moro ad Alghero. «E’ necessario trovare un sistema di raccolta più efficiente e sostenibile che ci consenta di ridurre, oggi, la nostra impronta ecologica per consegnare un mondo migliore alle generazioni future. Siamo convinti assertori della collaborazione tra Istituzioni e cittadini che insieme e con comportamenti quotidiani responsabili devono mitigare l’impronta ecologica sull’ambiente, e nel caso specifico di questo quartiere “diluito” (tante case residenziali distanti una dall’altra) nell’agro algherese - come negli altri “quartieri di campagna” e nelle relative strade vicinali - sviluppatisi nell’agro intorno alla città, si debba passare alla raccolta dei rifiuti “porta a porta” ovvero “campagna per campagna” eliminando totalmente i cassonetti stradali» sottolinea il Wwf Alghero.

Si è convinti che siano maturi i tempi per un definitivo passaggio al sistema “porta a porta” di raccolta in tutto il territorio comunale: dalla città alla campagna. Carmelo Spada si rivolge così all'Assessore per chiederLe «di attuare delle scelte che pongano definitivamente rimedio a queste situazioni indecorose e insostenibili, perché è necessario “pensare globalmente ma agire localmente»: solo grazie all'impegno diretto e quotidiano di tutti, ognuno diventa protagonista della difesa e del miglioramento della qualità del proprio territorio. Da questo percorso per la sostenibilità nessuno può ritenersi escluso.
Commenti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)