Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notizienuoroCulturaAmbiente › Parco Tepilora: a Posada la terza edizione della Summer school
Red 19 luglio 2020
Parco Tepilora: a Posada la terza edizione della Summer school
Le lezioni si terranno nella Casa delle Dame, da domani, dalle 9 alle 18. Tutte le attività si svolgeranno nel rispetto delle misure di sicurezza per far fronte all’emergenza Covid-19, previste dalle normative in vigore


POSADA - I docenti di scienze delle scuole secondarie della Sardegna tornano tra i banchi. Infatti, è a loro che è rivolta la “Summer school–Scuola di alta formazione”, giunta alla terza edizione, che si svolgerà a Posada da domani, lunedì 20 a venerdì 24 luglio su iniziativa del Corso di laurea in Geologia dell’Università degli studi di Cagliari, della sezione sarda dell’Associazione nazionale degli insegnanti di scienze naturali, dell’Ente Parco di Tepilora, del Ceas di Posada (curato da Legambiente Sardegna) e dalla Riserva della Biosfera MaB Unesco di Tepilora, Rio Posada e Montalbo. Venti docenti provenienti da tutta l’Isola seguiranno le lezioni organizzate dagli insegnanti del Corso di laurea in Geologia del Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche di Cagliari nell’ambito delle attività del Piano di lauree scientifiche–geologia. L’obiettivo è trasmettere linee guida utili a fini didattici e perfezionare un modello di insegnamento basato sull’investigazione e sulla ricerca, non solo sulla trasmissione di conoscenze.

Filo conduttore della scuola saranno gli strumenti della geologia per trattare i temi del dissesto idrogeologico e la sostenibilità ambientale. Il Parco naturale regionale di Tepilora, come gli altri soggetti coinvolti nell’iniziativa, è da tempo impegnato, anche con processi di divulgazione partecipativi, ad incrementare la consapevolezza sui comportamenti individuali e collettivi che possono contribuire al corretto utilizzo del territorio ed all’eliminazione di alcuni fattori di rischio. Il programma della Summer school è bilanciato tra attività in didattica (articolate in seminari, studi sul campo, escursioni geologiche, tecniche di monitoraggio e visite guidate) e laboratori sperimentali. Le diverse attività assumono uno spessore di alta scientificità per la presenza di docenti ed esperti del mondo accademico che hanno effettuato approfondimenti e ricerche sui temi oggetto di studio. Infatti, l’Associazione nazionale di insegnanti di scienze naturali, da oltre vent'anni, è ente formatore riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca.

Il focus della scuola è la trasmissione ai partecipanti di approcci e modalità informali e concrete per il trasferimento agli studenti di concetti e competenze attraverso la sperimentazione diretta di tecniche ed attività su temi delle Scienze della terra. Tra le varie attività, è prevista anche la presentazione degli obiettivi ed i risultati dei progetti: “Acqua e fuoco. Dalle cicatrici del passato la mappa per un futuro al riparo dai rischi” e “Maregot”. Il primo progetto vede protagonisti il Parco di Tepilora, il Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari e Legambiente. Il focus è rappresentato dal bacino idrografico del Rio Posada ed il progetto si propone di cooperare e rafforzare le sinergie tra i soggetti competenti in materia di prevenzione dei rischi e restituire alla comunità del Parco una funzione attiva e duratura di cura e presidio del territorio. Maregot è un progetto Interreg per la prevenzione e la gestione congiunta dei rischi derivanti dall’erosione costiera nell’area di cooperazione. Il progetto strategico intende avviare un’azione di pianificazione condivisa che, grazie ad una migliore conoscenza dei fenomeni erosivi e della dinamica dei litorali, individui soluzioni di intervento ottimali per la gestione del territorio in relazione alle caratteristiche morfologiche ed idrodinamiche dalla costa. L’Ente Parco e le Amministrazioni pubbliche coinvolte acquisiranno competenze utili a gestire in maniera integrata il fenomeno dell’erosione ed individueranno soluzioni per la prevenzione dei rischi e di adattamento ai cambiamenti climatici. Oltre agli Enti pubblici, fanno parte del progetto: centri di ricerca, soggetti privati coinvolti nella gestione integrata della costa e la popolazione locale.

“La Summer school che abbiamo l’onore di ospitare sta diventando edizione dopo edizione, un punto di riferimento sempre più importante nell’ambito della formazione specialistica offerta in tutta la Sardegna – dichiara il presidente del Parco di Tepilora e sindaco di Posada Roberto Tola, che aggiunge - La valorizzazione dei nostri territori deve muoversi di pari passo con la ricerca scientifica che valorizzi e contribuisca a tutelare le ricchezze ambientali che abbiamo la fortuna di avere. L’augurio è quello di poter creare, un domani non troppo lontano, tante occasioni di confronto e formazione di alto livello aperte alla popolazione così da poter assicurare una crescita e una maturità ambientale condivisa per tutti i cittadini del Parco e quindi della Riserva di Biosfera». Le lezioni della Summer school si terranno nella Casa delle Dame, a Posada, dalle 9 alle 18 con relative pause. Tutte le attività si svolgeranno nel rispetto delle misure di sicurezza per far fronte all’emergenza Covid-19, previste dalle normative in vigore.
Commenti
6/8/2020
E´ in vigore da ieri il divieto temporaneo di balneazione nel tratto di mare “Cuile Ezi Mannu”, per la lunghezza di 2067metri. Lo prevede l´ordinanza emanata dal sindaco di Stintino Antonio Diana, in seguito alle analisi fatte dall´Arpas, che ha comunicato valori fuori norma per escherichia coli
7:15
Ieri, il sindaco di Stintino Antonio Diana ha firmato l´ordinanza. Le analisi dell´Arpas evidenziano il rientro dei parametri per escherichia coli ed enterococchi intestinali
7/8/2020
«Incontrando i sindaci ho voluto fugare ogni dubbio sulla posizione della Regione nei confronti del progetto di un impianto eolico davanti alle coste del Sulcis Iglesiente e sono soddisfatto che la nostra contrarietà sia condivisa anche dalle Amministrazioni locali di quei territori», dichiara l´assessore regionale della Difesa dell´ambiente Gianni Lampis


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)