Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziesassariPoliticaSanità › Sanità: i sindacati chiamano l´assessore
Red 29 luglio 2020
Sanità: i sindacati chiamano l´assessore
Le segreterie territoriali di Sassari di Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl chiedono un incontro urgente con l´assessore regionele della Sanità Mario Nieddu ed il commissario dell´Ats Sardegna Giorgio Steri per discutere la vertenze dei lavoratori delle strutture socio riabilitative del Dipartimento di Salute mentale nel complesso “Rizzeddu”


SASSARI - Le segreterie territoriali di Sassari di Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl chiedono un incontro urgente con l'assessore regionele della Sanità Mario Nieddu ed il commissario dell'Ats Sardegna Giorgio Steri per discutere la vertenze dei lavoratori delle strutture socio riabilitative del Dipartimento Salute mentale nel complesso “Rizzeddu”. Questo quanto richiesto in una lettera inviata ieri (martedì) dai segretari territoriali Toto Terrosu, Antonio Monni e Dario Cuccuru.

I sindacati si sono riuniti lunedì in assemblea con i dipendenti della cooperativa che ha in appalto le strutture socio riabilitative per soggetti con disagio mentale afferenti al Dipartimento di Salute mentale. «Motivo dell'assemblea – spiegano – ha riguardato la decisione (non si sa di chi) di chiudere una delle tre strutture, resasi necessaria, almeno così viene detto, poiché non a norma. Fatto che, come ovvio che sia, ha suscitato sgomento e forte preoccupazione in ordine a due fattori: il primo, legato alla tenuta occupazionale e salariale dei posti di lavoro; l'altro, il trasferimento immediato dei pazienti che vi soggiornavano in strutture del territorio ogliastrino. Quanto sopra, come anzidetto, è stato oggetto di confronto con il personale, comprensibilmente preoccupato, ma nel contempo amareggiato e per certi aspetti incavolato, poiché assai discutibile è stata la “manovra” con la quale si è disposto ed agito in tal senso. Intanto, parrebbe che prima di chiudere la struttura ci sia stato una sorta di “blitz” senza alcuna informativa ai responsabili della cooperativa, ne tantomeno al personale... e questo, con tutta onestà, ci lascia perplessi».

«Di contro e al fine di una maggiore garanzia della continuità delle attività di assistenza e riabilitazione, ci siamo chiesti perchè, ad esempio, non trovare strutture e spazi nel territorio sassarese per ospitare temporaneamente i pazienti, così da assicurargli continuità nell'ambito dei progetti assistenziali attraverso l'utilizzo delle medesime profesisonalità. Ma al di là di ogni considerazione – concludono Terrosu, Monni e Cuccuru – ritenendo molto contestabile tutta la vicenda, a salvaguardia e tutela dei novantacinque posti di lavoro che da oltre un ventennio garantiscono assistenza e cura alle persone con patologie mentali, nonché a tutela dei pazienti che, a nostro avviso, sono stati trattati “come dei pacchi postali” in barba a quelli che sono i percorsi riabilitativi, vi chiediamo la convocazione urgente di un incontro al fine di conoscere quali prospettive e soprattutto quali misure intendiate adottare allo scopo di bloccare sul nascere l'ennesima crisi aziendale e un ulteriore disservizio verso una tipologia di utenza che, data la sua particolare fragilità, meriterebbe un'attenzione diversa da quella oggetto della presente».
Commenti
15:27
Servizio a disposizione da lunedì. Lo annuncia l’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, che dichiara: «Abbiamo ricevuto precise rassicurazioni da Ats in merito all’attivazione di un servizio che riteniamo importante sia per la comunità di Dorgali, sia per i tanti turisti, anche provenienti da altre zone della Sardegna, che ogni anno, in questo periodo, visitano uno dei territori più suggestivi della nostra Isola»
17:36
Salgono a 1.479 i casi di positività. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, si sono registrati quattro nuovi casi nella Città metropolitana di Cagliari, dodici nel Sud Sardegna ed uno in provincia di Nuoro
12/8/2020
Dal sito internet dell’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari è possibile scarica la brochure sulle modalità di accesso ai servizi ambulatoriali, possibile solo previa prenotazione
10:22
Si è tenuto nei giorni scorsi, un primo incontro in Municipio, tra gli amministratori e gli operatori economici. Oggetto della convocazione, le “Misure di contrasto al diffondersi del CoronaVirus”. Oggi, è prevista una riunione sul tema anche con le associazioni di categoria
13/8/2020
Una linea di prudenza da me indicata mesi fa, per accompagnare l’avvio della “Fase 2” con maggiori garanzie e per fare della Sardegna un luogo più accogliente e sicuro per residenti e turisti. Non fui ascoltato, anzi quello stesso Governo che oggi è al lavoro con il Cts nazionale per adottare una soluzione in questa direzione, osteggiò apertamente la mia linea», commenta il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas
13/8/2020
«E´ necessaria per mettere in sicurezza per il presente e per il futuro il sistema regionale della sanità e dare sbocco professionale alle laureate e ai laureati in Medicina e chirurgia sardi», spiega il rettore dell´Università degli studi di Cagliari Maria Del Zompo
12/8/2020
L’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari scrive ai dipendenti e chiede di valutare l´opportunità di evitare viaggi all’estero. L´Azienda di Viale San Pietro prosegue l´attività di prevenzione tra i propri operatori
12/8/2020
Rientreranno presto a casa i dodici pazienti psichiatrici trasferiti, su decisione dell’Ats Sardegna, da Sassari in Ogliastra, per consentire la ristrutturazione dei locali del complesso di Rizzeddu, dove erano ospitati
12/8/2020
«Il Governo propone test rapidi per chi entra in Italia, ma quando lo chiedeva la Sardegna bocciarono la proposta», ricorda il deputato sardo di Fratelli d´Italia Salvatore Deidda


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)