Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziealgheroPoliticaSanità › Trova (Psd´Az) a Di Nolfo: offese gratuite
Cor 27 ottobre 2020
Trova (Psd´Az) a Di Nolfo: offese gratuite
La sezione Simon Mossa del Psd’Az di Alghero interviene sulle esternazioni del consigliere comunale Valdo Di Nolfo nei confronti del Sindaco Mario Conoci: «Siamo stanchi, ma veramente stanchi che esponenti del consiglio comunale, non un cittadino comune, in cambio di una manciata di voti speculino sulla pelle dei sardi»


ALGHERO - «E' difficile rimanere zitti quando si pubblicano offese gratuite cercando di denigrare e purtroppo offendere chi si sta prodigando per cercare di risollevare una città dopo anni di disastri. Siamo stanchi, ma veramente stanchi che esponenti del consiglio comunale, non un cittadino comune, in cambio di una manciata di voti speculino sulla pelle dei sardi. Ed è davvero ancora molto presente la doppia faccia dei sepolcri imbiancati della sinistra, che si professano contro la violenza ma di fatto danno brutto esempio di violenza verbale. La sanità sarda versa in uno stato comatoso non per colpa di Conoci, Pais, Nieddu o Solinas, bensì per colpa di scelte scellerate fatte in precedenza e in maniera particolare ci riferiamo a tagli lineari fatti da governi centrali con la complicità di Governatori di sinistra i cui rappresentanti periferici oggi attaccano il Sindaco di Alghero. La sezione Simon Mossa non vuole difendere il Sindaco, il quale ha dimostrato di essere in grado di difendersi da solo, ma vuole, per amore di verità spiegare ai cittadini algheresi chi sono i veri responsabili di questo disastro».

E' il consigliere comunale del Psd'Az, Roberto Trova (nella foto) a nome del circolo Simon Mossa di Alghero, a ribattere alle pesanti critiche rivolte al sindaco da Valdo Di Nolfo sul delicato tema della sanità. «La sanità sarda e nazionale in nome del pareggio di bilancio è stata distrutta dalle stesse persone che oggi invocano il MES mettendo il cappio al collo non solo a noi, ma anche ai nostri figli e fino a quando noi avremo la forza non smetteremo mai di evidenziarlo. Avremmo preferito che il consigliere Di Nolfo anziché fare brutta demagogia offendendo il Sindaco avesse perso un po' del suo prezioso tempo a fare un po' di autocritica e con la sua esperienza dare un vero aiuto a questa città nel momento del bisogno. Purtroppo questo non è stato possibile perché avrebbe dovuto denigrare non il Sindaco ma i suoi referenti a livello regionale e nazionale. Avremmo preferito che il suo tempo l'avesse perso a solidarizzare con i commercianti e a farsi portavoce del loro disagio e della loro tristezza nei confronti di misure prive di logica, ragionevolezza e proporzionalità».

«Purtroppo non è stato così, è molto più facile prendersela con il Sindaco - incalza Trova. Avremmo preferito che scendesse in piazza con i la povera gente che questo Governo definisce camorristi, ma non poteva. Avrebbe potuto scrivere un documento a favore di chi viene illuso dal governo centrale sui ristori a novembre quando aspetta magari ancora quelli di marzo. Avremmo voluto da lui un appoggio nei confronti di chi viene preso in giro e senza turisti e con le persone in smart working e dopo aver investito tempo e denaro per adeguarsi, può tenere aperto a pranzo ma non la sera. Ma lui non poteva! E meno male che il tanto da lui vituperato Governatore Christian Solinas sia intenzionato a porre rimedio a DPCM senza senso! Poteva fare un comunicato sulla chiusura di piscine, centri estetici e ristoranti mentre Autogrill con la complicità del governo può tenere aperto tutto il giorno, ma è difficile. E' molto più semplice prendersela con il Sindaco. Per finire avremmo preferito che il grande gesto di solidarietà mostrato dal Sindaco nei confronti del territorio e di chi oggi soffre venisse capito, giustificato e avvallato... purtroppo noi siamo persone umili e ci siamo illusi. Ma si sa, sulla sanità si vincono le elezioni» conclude il consigliere Roberto Trova.
Commenti
17:00
Si sono registrati otto decessi, tre residenti nella Città metropolitana di Cagliari, due nella provincia del Sud Sardegna e tre rispettivamente nelle province di Sassari, Oristano e Nuoro. Sono stati rilevati 157 nuovi casi attraverso attività di screening e 172 da sospetto diagnostico
20:03
Si sono registrati quattro decessi, due nella Città metropolitana di Cagliari, uno in provincia di Sassari e uno in provincia di Oristano. Sono stati rilevati 185 nuovi casi attraverso attività di screening e 231 da sospetto diagnostico
14:06
Giovanni Baldassarre Spano (presidente Comitato Uniti contro la chiusura dell’Ospedale Marino) e Paola Correddu (per il Comitato Acabàura) chiedono formale impegno al sindaco Mario Conoci, quale massima autorità sanitaria cittadina
14:56
Con una lettera indirizzata all’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, al commissario straordinario dell’Ares Massimo Temussi e agli uffici territoriali competenti, i sindaci dell’Unione del Coros chiedono la riapertura dei due ambulatori di igiene pubblica
28/11/2020
Alessandro Nasone e Andrea Farris, a nome della Segreteria provinciale del sindacato, ha inviato una lettera ai vertici della Regione autonoma della Sardegna per richiedere l´utilizzo della graduatoria del personale sanitario dell´Ats e l´autorizzazione ad avviare una nuova selezione di infermieri per l´Aou Sassari


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)