Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziealgheroPoliticaCultura › Addio alla Casa Marras, in fumo 500mila euro
Cor 2 gennaio 2021
Addio alla Casa Marras, in fumo 500mila euro
Alghero si conferma unica: Difficile trovare un altro comune in Italia che in un momento del genere decide deliberatamente di rinunciare ad un cospicuo finanziamento ed al prestigio che la Casa delle Arti, firmata dallo stilista Antonio Marras, avrebbe certamente garantito. Dura nota di sette consiglieri comunali


ALGHERO - Il prestigioso progetto di riqualificazione dell´ex Circolo Marinai, Combattenti e Reduci di Alghero, già inserito tra gli 8 progetti pilota regionali di rigenerazione urbana per farne «la Casa delle Arti, della Musica e del Design internazionale» e finanziato con circa mezzo milione di euro nell’ambito della Strategia per una società inclusiva della Programmazione unitaria 2014-2020 (486.738,40 euro per l'esattezza) va definitivamente in fumo. Alghero si conferma unica: Difficile, infatti, trovare un altro comune in Italia che in un momento del genere decide deliberatamente di rinunciare ad un cospicuo finanziamento ed al prestigio che la "Casa delle Arti", firmata dallo stilista internazionale Antonio Marras, avrebbe certamente garantito. Tra i più sbalorditi l'ex sindaco Mario Bruno ed i consiglieri comunali Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo e Beniamino Pirisi che parlano di scelta «assurda e scandalosa».

«Siamo certi che tante città d’Italia avrebbero voluto una casa delle arti e della moda sul modello di “NonostanteMarras”, vero centro di cultura nel cuore di Milano. La Giunta Conoci ha invece scandalosamente deciso di rifiutare 500.000 euro e un progetto aggiudicato dalla Regione nella scorsa consiliatura che porta la firma prestigiosa del grande stilista algherese. Una sala interna dell’ex Circolo Marinai e quello Combattenti e Reduci di Piazza Civica ad Alghero erano stati inseriti nel "Catalogo" degli immobili titolati per ospitare i Progetti pilota di rigenerazione urbana in Sardegna. La graduatoria definitiva vedeva 8 immobili pubblici ammessi in tutta la Sardegna, tra i quali la "Casa delle Arti" di Alghero, ideata dall’amministrazione Bruno, finanziato dalla Regione con circa mezzo milione di euro, grazie alla scelta dell’immobile prestigioso da riqualificare, abbinato naturalmente alla bontà del progetto. Conoci ha chiesto alla Regione di poter realizzare il progetto in un altro immobile. Come se non si trattasse di un bando pubblico che ha visto l’aggiudicazione proprio per quel particolare bene. E infatti non se ne farà niente. Meglio, per Conoci, ricavare in quei locali magari una stanza in più per gli assessori» attaccano i sette consiglieri algheresi.

«La "Casa delle Arti" sarebbe stata un laboratorio artistico del design e della moda, aperto alla partecipazione di studenti, cittadini e ospiti, mostre permanenti e temporanee di artisti internazionali, incontri sistematici con artisti di caratura mondiale dell’arte contemporanea e del design, con scrittori, giornalisti, registi e attori teatrali, chef, professionisti dello spettacolo e della danza, sale di ascolto della musica e di lettura. Insomma, nell'idea dello stilista Antonio Marras i prestigiosi spazi sarebbero diventati una vetrina aggiornata e dinamica per l’arte e le “industrie creative”, ma allo stesso tempo un luogo di formazione pensato col supporto del Liceo Artistico e dell'Accademia di Belle Arti. Poi è arrivato Conoci che ha voluto restituire mezzo milione. Del progetto dei giovani con Marras, dell’attrazione che avrebbe rappresentato per tanti turisti si continua a parlare ora solo con la fantasia. Ma quello era un finanziamento vero e un progetto pronto, come tanti il Sindaco ne ha trovato. A cui la città deve purtroppo, suo malgrado, rinunciare» concludono Mario Bruno Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo.

Nella foto: l'ingresso dell'ex Circolo Marinai, Combattewnti e Reduci di Alghero
Commenti



Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)