Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziesassariPoliticaAgricolturaPsr, gravi ritardi pagamenti pregressi
Red 29 aprile 2020
Psr, gravi ritardi pagamenti pregressi
Cia nord Sardegna esprime la sua preoccupazione sui pagamenti delle pratiche di contributo delle annualità pregresse del Piano di sviluppo rurale: «In campo ogni azione della politica, ritardi inaccettabili»


SASSARI - La Cia nord Sardegna esprime preoccupazione per i ritardi accumulati nei pagamenti delle pratiche di contributo delle annualità pregresse del Piano di sviluppo rurale. «Il problema delle pratiche bloccate – ha spiegato il presidente dell'associazione Michele Orecchioni - riguarda in maniera generalizzata tutte le misure del Psr della Regione Sardegna. Per citarne alcune, sulla Misura 10 sono stati accumulati ritardi tra i due e i tre anni ed i pagamenti molto spesso non sono coerenti con quanto richiesto. Per la Misura 14, il benessere degli animali, alla quale aderisce la maggior parte delle aziende ovi caprine, non c’è stato ancora alcun pagamento per il 2019 e gli allevatori oggi stanno presentando le domande per l’annualità 2020».

«Per il cosiddetto “primo insediamento”, che ha spinto nel 2017 numerose aziende a mettersi in gioco ed investire talvolta i risparmi di famiglia – prosegue Orecchioni - vede numerosi beneficiari non liquidati per carenza di risorse. I beneficiari attendono da ormai tre anni. Il crescente malcontento degli agricoltori deve spingere verso un’azione forte da parte dell’Amministrazione e della politica per un intervento immediato al fine garantire i fondi destinati agli agricoltori in tempi brevi, importante parte del bilancio».

«Le aziende devono poter programmare l’attività facendo affidamento sull’erogazione secondo istruttorie veloci e tempistiche certe. Non è pensabile che il sistema agricolo possa essere ostaggio della “burocrazia informatica”. Inoltre, il decreto liquidità penalizza la maggior parte delle aziende agricole, perché garantire il 25percento del fatturato dell'anno precedente è di fatto un sostegno inutile e non adeguato alla stragrande maggioranza delle aziende agricole sarde che hanno bilanci non cospicui», conclude il presidente della Cia nord Sardegna.

Nella foto: al centro, il presidente della Cia nord Sardegna Michele Orecchioni
Commenti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)