Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziealgheroPoliticaSanità › Salute mentale: «non si lascino le famiglie sole»
Red 7 luglio 2020
Salute mentale: «non si lascino le famiglie sole»
Questa la richiesta dei consiglieri comunali dei gruppi di Centrosinistra X Alghero, Sinistra in Comune, Futuro Comune,e Partito democratico per quanto riguarda i Servizi di salute mentale


ALGHERO - Più psichiatri, assistenti sociali e psicologi. Un’area comunale centrale, tra quelle per servizi già individuate e poi non utilizzate nella fase di reperimento del terreno da adibire a Cra, per realizzare un centro diurno ed un centro residenziale, in collaborazione con il privato sociale e la Regione autonoma della Sardegna, per supportare ed alleviare le famiglie, oggi sempre più sole.

Queste le proposte dei consiglieri comunali dei gruppi di Centrosinistra X Alghero, Sinistra in Comune, Futuro Comune,e Partito democratico durante la Commissione consiliare di questa mattina (martedì) dedicata alle audizioni dei responsabili del Centro salute mentale, della Neuropsichiatria infantile e della riabilitazione ed integrazione territoriale. «Il sindaco e l’assessore ai servizi sociali, inspiegabilmente assenti, chiedano audizione congiuntamente al presidente della Commissione apposita, alla presidenza della Consulta di cittadinanza dell’Ats, per denunciare lo stato vergognoso nel quale si trovano i servizi della salute mentale in città», proseguono Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Mario Bruno, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo e Mimmo Pirisi.

«E' assurdo che a prendersi cura di 2400 sofferenti mentali nel Csm di Alghero, con un bacino di utenza che arriva fino a Ozieri, siano oggi solo cinque medici e che nessuna dotazione di personale sia stata assegnata alla Neuropsichiatria infantile. Si recuperino anche immediatamente le strutture di Via Manzoni (con possibilità di sopraelevazione) e di Via Tarragona di proprietà dell’Ats e si trovino le soluzioni logistiche in collaborazione col Comune», concludono i consiglieri d'Opposizione.
Commenti
10:23
Si tratta di sedici infermieri e di sette operatori socio-sanitari. In fase di chiusura le procedure per il passaggio da tempo determinato ad indeterminato di altro personale del Comparto e della Dirigenza medica
13/8/2020
Una linea di prudenza da me indicata mesi fa, per accompagnare l’avvio della “Fase 2” con maggiori garanzie e per fare della Sardegna un luogo più accogliente e sicuro per residenti e turisti. Non fui ascoltato, anzi quello stesso Governo che oggi è al lavoro con il Cts nazionale per adottare una soluzione in questa direzione, osteggiò apertamente la mia linea», commenta il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas
14/8/2020
Servizio a disposizione da lunedì. Lo annuncia l’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, che dichiara: «Abbiamo ricevuto precise rassicurazioni da Ats in merito all’attivazione di un servizio che riteniamo importante sia per la comunità di Dorgali, sia per i tanti turisti, anche provenienti da altre zone della Sardegna, che ogni anno, in questo periodo, visitano uno dei territori più suggestivi della nostra Isola»
14/8/2020
Si è tenuto nei giorni scorsi, un primo incontro in Municipio, tra gli amministratori e gli operatori economici. Oggetto della convocazione, le “Misure di contrasto al diffondersi del CoronaVirus”. Oggi, è prevista una riunione sul tema anche con le associazioni di categoria
13/8/2020
«E´ necessaria per mettere in sicurezza per il presente e per il futuro il sistema regionale della sanità e dare sbocco professionale alle laureate e ai laureati in Medicina e chirurgia sardi», spiega il rettore dell´Università degli studi di Cagliari Maria Del Zompo


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)