Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter
Porto Torres 24notiziesardegnaPoliticaSanità › Sanità: dibattito urgente in Regione
Red 30 settembre 2020
Sanità: dibattito urgente in Regione
«Il vero problema che interessa davvero i sardi è quello del pessimo funzionamento del sistema sanitario ed il Consiglio regionale deve occuparsene immediatamente, come chiediamo da giugno», dichiara il consigliere regionale di Leu Eugenio Lai, illustrando il contenuto di una mozione sottoscritta da tutti i gruppi di Opposizione, che chiedono un dibattito urgente in Aula


CAGLIARI - «Il vero problema che interessa davvero i sardi è quello del pessimo funzionamento del sistema sanitario ed il Consiglio regionale deve occuparsene immediatamente, come chiediamo da giugno». Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Leu Eugenio Lai, illustrando il contenuto di una mozione sottoscritta da tutti i gruppi di Opposizione. «La nostra richiesta - ha proseguito Lai - riguarda soprattutto due punti: il preoccupante aumento dei contagi che non corrisponde al potenziamento dei posti di terapia intensiva negli ospedali (Is Mirrionis e Santissima Trinità di Cagliari, San Francesco di Nuoro ed altri) e l’allungamento delle liste d’attesa per le visite specialistiche ed ambulatoriali, che ogni Cup della Sardegna fissa da oggi ai prossimi otto-dodici mesi. Dati gravissimi, che secondo noi dimostrano, a differenza di quanto afferma l’assessore Nieddu purtroppo impegnato solo a polemizzare con i sindaci, che la situazione del sistema sanitario regionale non è, come dice lui, sotto controllo, ma fuori controllo».

«La sanità sarda attraversa una crisi profonda - ha affermato il capogruppo del Pd Gianfranco Ganau - perché non riesce a fare fronte né alla domanda di salute territoriale, né a quella collegata all’emergenza Covid. In quest’ultimo caso, registriamo un dato molto alto dei ricoveri che segnala la pressione crescente che grava sugli ospedali ed evidenzia le carenze delle strutture di terapia intensiva, dove nonostante la recente disponibilità di novanta ventilatori inviati dal Governo ne sono entrati in funzione appena venti. Così come, il sistema appare troppo lento sui tamponi, sia in termini quantitativi che nel processare quelli effettuati. Dal punto di vista della sanità territoriale, i vuoti di organico nella medicina di base e di alcune specialità come la pediatria rappresentano elementi di grande preoccupazione per la tenuta del sistema, che la Maggioranza ha voluto sottoporre ad un ulteriore stress con una riforma del tutto intempestiva che, di fatto, moltiplica i problemi e le difficoltà».

Secondo il capogruppo dei Progressisti Francesco Agus, «è evidente che l’assessore Nieddu non è il grado di gestire questo delicatissimo momento della sanità sarda, o comunque non è in grado di farlo da solo. Non vogliamo usare la pandemia “contro” qualcuno, ma chiediamo di invertire le priorità. Non parlare di posti da spartire come fa la Maggioranza, ma di emergenze vere: la saturazione dei posti Covid in alcune grandi strutture come il Santissima Trinità di Cagliari, con dimissioni affrettate di pazienti positivi e trasferimenti di reparti improvvisati, e la diffusione dei contagi nel mondo giovanile contro la quale non è stato fatto niente».

«Questo governo regionale - ha esordito la capogruppo del M5s Desirè Manca - è oggi un simbolo dell’antidemocrazia ed anche i gruppi di Maggioranza in Consiglio sono responsabili di una scelta inqualificabile che antepone ai drammatici problemi della salute e della vita dei sardi questioni oggi del tutto secondarie come i debiti fuori bilancio ed il riconoscimento del paesaggio sardo come patrimonio dell’Unesco». Dure critiche alla Maggioranza anche dal consigliere dei Progressisti Massimo Zedda, che ha ricordato, fra l’altro, il blocco del Disegno di legge 127 che, da aprile, prevede lo stanziamento di importanti risorse per i pazienti più fragili assistiti dalla legge 162 e dal progetto “Ritornare a casa”, «Col risultato che i Servizi sociali di molti Comuni stanno rifiutando le richieste degli assegni di accompagnamento destinati alle famiglie. Non siamo ancora alla seconda ondata del virus, che però arriverà forse insieme all’influenza e dobbiamo prepararci ad affrontare un momento quanto mai critico di circa sei mesi».
Commenti
13:31
Il Centro del poliambulatorio Andriolu è stato individuato quale centro di riferimento, per il territorio, per i pazienti con insufficienza renale cronica in dialisi Covid positivi asintomatici o paucisintomatici
17:22
Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registra anche un decesso, un uomo di 78 anni residente nell’area del Sud Sardegna. Crescono anche i ricoveri +28, invariate le terapie intensive: 36
14:33
In base ai dati forniti oggi dal Dipartimento di Prevenzione, Servizio Igiene e sanità pubblica dell’Assl Sassari, il sindaco Gian Vittorio Campus ha reso noto che in città ci sono 264 positivi al Coronavirus, di cui ventinove ricoverati
11:45
Protocollata una dettagliata interrogazione urgente ad Alghero: «informare il Consiglio sulle misure pensate per favorire il rispetto delle indicazioni normative, quanti e quali controlli ha eseguito finora la polizia locale e se finalmente intenda porsi nei confronti dell´Ats con quella autorevolezza che da un sindaco è lecito attendersi»
21/10/2020
Lo comunica il Presidente della Regione Christian Solinas che pensa ad un nuovo lockdown regionale per evitare di compromettere la tenuta del sistema sanitario e la regolare erogazione delle cure. Covid, situazione grave in Sardegna
21/10/2020
Il sindaco Andrea Lutzu ha riunito il Coc di Protezione civile, le associazioni di volontariato e le case di riposo per un esame della situazione alla luce dell’evolversi della diffusione del Coronavirus in città
10:02
L’azione dell’Ats punta ad alleggerire la pressione affrontata dagli ospedali alle prese con i contagi nell’Isola. Ogni posto letto costerà 66euro a notte al Sistema sanitario regionale
15:09
Impegno dell’assessore regionale alla Sanità per il potenziamento della Casa della salute di Via Dessì e per l’attivazione della RSA/hospice. Martedì, l’esponente della Giunta Solinas ha effettuato un sopralluogo dell’immobile
7:04
«In Sardegna saranno reclutati a breve quarantacinque tra infermieri ed operatori sanitari ausiliari e quindici amministrativi per data entry», annuncia il sottosegretario alla Difesa Giulio Calvisi
21/10/2020
In attesa della decisione del presidente della Regione autonoma della Sardegnam arrivano le prime reazione politiche. «Cosa avete fatto per scongiurare questa ipotesi? In estate nessuna programmazione e organizzazione»
11:25
E´ Sassari la città più colpita. Seguono Cagliari, Olbia e Arzachena. Alghero, a sorpresa, risulta la quinta città più colpita nell´isola. Sono i dati ufficiali dell´Istituto Superiore di Sanità aggiornati al 20 ottobre. I Comuni Covid-free sono 119
21/10/2020
Proseguono i commenti politici al comunicato del presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas, dove si prevedeva una stretta anti-Covid nell’Isola. Ecco la dichiarazione del deputato del Movimento 5 stelle Mario Perantoni
11:03
E’ la richiesta del consigliere regionale del Movimento 5 stelle Carla Cuccu, segretaria della Commissione Sanità e politiche sociali, che ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas e all’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, per chiedere il ripristino dell’ex struttura di Iglesias
21/10/2020
Il procuratore aggiunto Paolo de Angelis avrebbe già incaricato i carabinieri di acquisire informazioni e documentazione relative all´inchiesta


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)